Sabato, 29 Ottobre 2022 17:31

NAD, C 3050 LE per festeggiare

NAD festeggia il suo mezzo secolo di esistenza con una edizione speciale, limitata e numerata dell'amplificatore integrato C 3050 LE, dove LE sta proprio per Limited Edition. Ne verranno prodotti 1972 pezzi numerati (proprio come l'anno di nascita dell'azienda); in Italia arriveranno solo 40 pezzi. 

 

 

Per chi ha una certa conoscenza del mondo dell'hi-fi la vista del C 3050 LE lascia a bocca aperta: sembra una esatta replica del 3030 del 1974. In effetti è un richiamo voluto in fase di progetto del nuovo amplificatore, un design replicato per sottolineare già al primo sguardo il percorso storico di NAD, quasi un cerchio che si chiude dopo mezzo secolo. Il richiamo estetico del C 3050 LE verso il 3030 è forte, con tanto di Vu-meter e tasti fisici ma anche per i pannelli laterali e superiore in legno di noce.

 

 

E' molto moderno, invece, nella sua struttura e particolarmente dotato in tema di connessioni con sorgenti di diverso formato e piattaforma. BluOS integrato, così da poter dialogare direttamente con gli altri prodotti compatibili della stessa NAD, Bluesound, Dali e PSB in modo da creare facilmente un sistema multiroom wireless che può gestire file audio in alta risoluzione, MQA compreso. Possibilità di utilizzare il potente software di correzione ambientale Dirac via modulo BluOS-D MDC2 compreso; inoltre AirPlay 2; Bluetooth aptX HD two-way; HDMI eARC; ingressi audio digitali e analogici; ingresso per giradischi con testina MM; amplificatore cuffia dedicato.

 

il pannello posteriore del C 3050 LE 

 

Stadio di potenza con tecnologia HybridDigital UcD da 2x 100 watt nominali; sezione digitale con DAC differenziale Texas Instruments PCM5242 che gestisce file a 24bit/192Hz; uscita dedicata al subwoofer attivo così da creare facilmente un sistema a 2.1 canali. Controlli vocali disponibili per Amazon Alexa, Google Assistant e Apple Siri (dove localmente attivi). Grazie alla integrazione con BluOS il C 3050 LE può lavorare in una rete locale in simbiosi con componenti e software di ELAN, Control4, Crestron, RTI e Lutron.

 

 la targhetta che riporta la numerazione dei 1972 C 3050 LE prodotti

 

 

50 ANNI

Una lunga storia che parte dall'obiettivo di Marty Borish di creare una via di mezzo tra i due poli estremi dell'hi-fi degli inizi degli anni '70: da una parte i prodotti di alta fascia, quelli per cui il prezzo non era un problema; dall'altra la produzione che invece faceva proprio del costo più basso possibile un punto di forza. Nasce New Acoustic Dimension (quindi NAD) proprio per combinare le prestazioni sonore in un componente attento al costo finale. 

 

 

Grazie alle genio di Biorn-Erik Edvardsen nasce nel 1978 il 3020, piccolo amplificatore che diventa, di fatto, il simbolo stesso di NAD: potenza nominale contenuta ma elevata corrente di piccolo, circuitazione essenziale ma raffinata alla stesso tempo, grande focus sulla riproduzione musicale ancora prima che sulle caratteristiche tecniche. Da questo si susseguono ulteriori versioni ma sopratutto il suo DNA si trasmette in tutta la successiva produzione di NAD, fino ad arrivare ad oggi.

 

il 3020, un vero e proprio simbolo di NAD 

 

Un altro punto fondamentale della storia di NAD è l'acquisizione da parte del Gruppo Lenbrook, quello che porta il marchio verso la sua seconda vita, con tanti nuovi prodotti ma senza snaturare il principio di base nato nel 1972: grande attenzione alla musica e alla sua riproduzione, con le tecnologie a fare da supporto necessario e mai da star ingombranti e prevaricatorie. Con gli anni 2000 arrivano i moduli MDC e la serie Masters, ovvero gli anni "moderni" di NAD.

A proposito del Gruppo Lenbrook, c'è un altro storico produttore che fa parte della scuderia: PSB. Proprio in questi mesi anche PSB festeggia i suoi 50 anni! Un evento che Paul Barton (lo stesso che ha fondato l'azienda e che è ancora il responsabile tecnico dei progetti) ha voluto sottolineare con il diffusore da stand Passif 50, che già nella propria sigla sottolinea l'importante traguardo raggiunto. Il nome Passiv non è nuovo nella storia di PSB, è lo stesso utilizzato per una coppia di diffusori della metà degli anni '70: Passif I e Passif II. Da questi il nuovo Passif 50 ha ripreso la configurazione a due vie, con woofer più radiatore passivo e utilizzo su stand dedicato. Da questi al nuovo modello il processo tecnologico, relativo alla progettazione degli altoparlanti in prima battuta, è stato notevole.

 

lo stile vintage di NAD C 3050 LE e PSB Passif 50 nasconde un contenuto tecnologico aggiornatissimo 

 

L'occasione di creare la base per un sistema stereo dal design vintage, ma dai contenuti estremamente tecnologici e aggiornabili nel futuro, è da non perdere: sia il NAD C 3050 LE che le PSB Passif 50 sono a tiratura limitata e il loro valore nel tempo è destinato a rivalutarsi. Senza dimenticare che, ad un costo contenuto, possiamo mettere in salotto una coppia di prodotti dalle elevate prestazioni e design mozzafiato.

 

MAGGIORI INFORMAZIONI SUL C 3050 LE
MAGGIORI INFORMAZIONI SU PSB PASSIF 50

 

 

 

 

 

 

Letto 270 volte Ultima modifica il Sabato, 29 Ottobre 2022 18:04