Lunedì, 04 Febbraio 2019 18:01

Dali Katch, l'audio in movimento diventa hi-fi

Anche in un prodotto piccolo e portatile Dali ha voluto concentrare il proprio DNA, lo stesso stile dei propri diffusori home.

Nel piccolo Katch sono state integrate soluzioni tecniche riprese di qualità elevata inversamente proporzionate alle sue piccole dimensioni.

 

PORTATILE

L'obiettivo di Katch è offrire la massima libertà di utilizzo per ascoltare la propria musica in ogni situazione: è alimentato a batteria (un elemento a ioni di litio da 2600 mAh) ricaricabile in 2 ore con una autonomia di circa 24 ore. Katch può essere appoggiato su un piano o può essere portato al polso grazie alla elegante maniglia in pelle integrata e che aggiunge essa stessa un tocco personale di design. Il telaio è in alluminio estruso (l'esperienza con la serie Fazon in questo elemento è evidente) ed è combinato con pannello anteriore e posteriore in mix di ABS e policarbonato.

 

 

CONNESSIONI

Libertà è anche non avere cavi, sono solo di alimentazione ma anche di segnale: in questo senso il ricevitore integrato Bluetooth 4.0 con codec aptX e NFC è il canale privilegiato per poter riprodurre musica, oltre all'ingresso mini-jack 3.5 mm per sorgenti cablate e analogiche. Connettore USB Charge (5V/1A) che oltre ad essere utilizzato per la ricarica può anche alimentare un dispositivo collegato come può essere il Chromecast audio.

 

 

ALTOPARLANTI

In un telaio così piccolo  lo spessore è inferiore ai 5 centimetri) sono stati integrati addirittura sei altoparlanti che realizzano un doppio sistema a 2 vie con radiatore passivo. Ogni lato del diffusore integra un woofer da 90 mm, un tweeter da 21 mm e un radiatore passivo rettangolare da 73x52 mm. Il woofer è stato realizzato in modo da sopperire alla quasi mancanza di spazio, per questo motivo il profilo è convesso con particolare disegno delle sospensioni, cono in alluminio e parapolvere in tessuto. Il tweeter ha il magnete in neodimio e la cupola in tessuto. Membrana in acciaio per il radiatore passivo, così da sopperire con la massima resistenza alle escursioni a cui è chiamato a rispondere per estendere e rinforzare la gamma bassa. La soluzione del radiatore passivo è quella che più di altre permette di scendere in basso nella risposta in frequenza a discapito di una volume di carico del woofer ridotto ai minimi termini.

 

 

 

AMPLIFICATORE

Così come per gli altoparlanti Dali non si è affidata alla soluzione più semplice, economica e veloce anche per la sezione di elettronica è stata seguita la stessa strada della massima personalizzazione. Studiato ex-novo un amplificatore in Classe D da 2x25 watt con DSP integrato. DSP che è anche DAC e che provvede a inviare il segnale allo stadio di amplificazione in formato bilanciato. Una soluzione che massimizza le prestazioni in termini di estensione della risposta in frequenza, della silenziosità e della efficienza, riuscendo a trasformare in potenza ben il 95% dell'energia consumata. Ancora via DSP viene realizzato il filtro attivo tra woofer e tweeter. A disposizione dell'utente due curve di equalizzazione: Clear, per un suono più neutro e lineare; Warm, per aggiungere un pizzico di brio agli estremi gamma soprattutto quando il Katch viene utilizzo in stanze di grandi dimensioni. Ancora via DSP è possibile collegare due unità di Katch per ricreare un suono stereo.

 

 

 

Disponibile nei colori: Cloud Gray, Green Moss, Dark Shadow.

 

 

 

 

 

qui maggiori informazioni sul DALI KATCH 

 

 

 

Letto 482 volte Ultima modifica il Lunedì, 04 Febbraio 2019 21:06